fbpx

PASTIERA NAPOLETANA DI TINA IN CUCINA

2024-03-30

Passione per la Cucina Italiana e..

Altro da questo Chef »

PASTIERA NAPOLETANA DI TINA IN CUCINA

 

Da Tina “in cucina”

Ogni anno di Venerdì Santo m’ immergo nella preparazione delle ricette Pasquali, tra cui la Pastiera.

Sono una persona che tiene molto alle tradizioni e cerco di trasmetterle anche a mia figlia, a casa nostra è un vero e proprio rito organizzare i preparativi per le feste.

La pastiera napoletana è uno dei dolci tipici della tradizione campana, un guscio di pasta frolla che raccoglie un profumato ripieno di grano, ricotta, uova e profumo intenso di fiori d’arancio, un dolce ricco ed importante che non può mancare sulle nostre tavole.

Di seguito vi scrivo la mia ricetta adattata e migliorata negli anni, la ricetta perfetta per me, la stessa che mi accompagna con i suoi intensi profumi e che mi fa sentire a casa insieme a tutti i miei affetti: la mia famiglia. Grazie di esistere!

Colgo occasione augurandovi una serena Pasqua ricca di gioia, speranza e spensieratezza.

Se vi interessa cliccate qui per la pastiera di riso 

Ingredienti per la pasta frolla:

(per uno stampo da 24 cm di diametro)

-250 g di farina tipo 00

-150 g di burro freddo a cubetti

-buccia grattugiata di arancia

-buccia grattugiata di limone

-150 g di zucchero

-1 uovo intero

-1 tuorlo

-1 pizzico di sale

Per il ripieno:

-300 g di grano già lessato (si trova in commercio, pronto all’uso)

-250 g di ricotta vaccina (asciutta)

-1 noce di burro

-150 ml di latte

-vaniglia

-200 g di zucchero

-2 uova medie

-2 tuorli

-1/2 fialetta di fiori d’arancio

-una punta di cucchiaino di cannella in polvere

-60 g di canditi (io li frullo, perchè a casa nostra non sono tanto amati)

 

PASTIERA NAPOLETANA DI TINA IN CUCINA

Procedimento:

Prima di tutto preparate la pasta frolla e ponetela in frigorifero a riposare per circa 30 minuti.

Intanto occupatevi del grano: ponetelo in una casseruola insieme al burro, al latte, alla buccia grattugiata di arancia e di limone. Fate bollire per compattare il tutto, occorreranno quindici minuiti. Trascorso il tempo, versate il composto in una ciotola di vetro, copritelo con pellicola a contatto e lasciatelo raffreddare bene.

Componete la vostra Pastiera di grano: trascorso il tempo di raffreddamento del grano, aggiungete la ricotta ben scolata e setacciata, i tuorli e le uova, l’acqua di fiori di arancio, la vaniglia e i canditi a dadini, (oppure frullateli come faccio io) amalgamate per bene il tutto.

Occupatevi della frolla: stendete la pasta frolla e ponetela in una teglia imburrata ed infarinata. Bucherellatene la base con i rebbi di una forchetta.

Versate con l’aiuto di un mestolo il ripieno all’interno del guscio di frolla e livellate bene.

Con la pasta rimasta, preparate delle strisce che sistemerete a griglia sulla crema e che fisserete ai bordi della tortiera in modo che all’inizio della cottura in forno non sprofondino.
Mi raccomando, dovranno essere 7 in tutto, come dice la tradizione!

Infornate la pastiera napoletana in forno statico preriscaldato a 170° per 60 minuti e una volta cotta, lasciatela raffreddare a temperatura ambiente.

N.B. *noterete che in cottura il vostro ripieno si gonfierà, tranquilli, tutto assolutamente normale! Vedrete che una volta cotta e fuori dal forno, durante il riposo del raffreddamento si abbasserà.*

Successivamente, fatela riposare in frigorifero per una notte, avvolta con pellicola trasparente prima di gustarla, in modo che tutti i profumi si sposino per bene.

 

Buoni dolci da Tina e Sofia e Buona Pasqua!

 

visita anche la mia pagina Facebook clicca qui