fbpx

PIZZA DI SCAROLE

2024-03-29

Passione per la Cucina Italiana e..

Altro da questo Chef »

Da Tina “in cucina”

La pizza di scarole è un piatto tradizionale della cucina italiana, in particolare della regione della Campania.

Si tratta di una pizza rustica, farcita con scarole, olive, capperi, aglio ed uva sultanina.
La base è di solito una pasta di pane, simile alla pizza, ma più spessa e morbida.
Il mio impasto ad alta idratazione, consentirà di ottenere un’alveolatura perfetta ideale per il ricco ripieno di verdura.
Questa pizza viene spesso preparata durante le festività natalizie, ed è conosciuta per il suo sapore ricco e la combinazione di sapori salati, agrodolci e leggermente amarognoli delle scarole.
Quest’anno l’ho preparata per l’ultimo dell’anno
e come sempre è golosissima 😊
Ne volete una fetta?
Clicca qui in basso per vedere la mia video-ricetta 
Ingredienti:
-500 g di farina 0
-400 g di acqua
-1 cucchiaino di sale
-1 cucchiaino di zucchero
-30 g di olio extravergine di oliva
-3 g di lievito di birra liofilizzato (oppure 1 g di quello fresco)
La lievitazione avverrà in frigo per tutta una notte, quindi il mio consiglio è di impastare la sera e cuocere poi la mattina seguente.
Per farcire:
-2 cespi di scarola
-olive nere e verdi
-aglio
-olio extravergine d’oliva
-uva sultanina
-capperi
-sale q.b.
Inoltre:
-1 tuorlo e latte q.b. per la superficie
Procedimento:
La verdura dopo essere stata pulita e lavata, viene rigorosamente stufata insieme ad aglio, sale ed olio, poi successivamente arricchita da olive, capperi e uva.
Per l’impasto procedete così:
Sciogliere il lievito di birra in 100 ml di acqua tiepida.
Impastare la farina con il lievito sciolto in acqua insieme ad 1 cucchiaino di zucchero. Versare poco a poco l’acqua che rimane.
Quando gli ingredienti saranno amalgamati, aggiungere il sale e l’olio extravergine d’oliva.
Continuare ad impastare finché il composto non sarà omogeneo, liscio e non appiccicoso.
Formare con l’impasto una palla e porla in una ciotola ampia, coprire con la pellicola e lasciar lievitare per circa 2 ore.
A lievitazione avvenuta, riprendere l’impasto dividere in due parti uguali e stendere al matterello.
Ungere con un po’ di olio una teglia rotonda e foderare fondo e bordi con una metà dell’impasto.
Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e riempire con il ripieno.
Chiudere la pizza con l’altra metà dell’impasto, sigillando bene i bordi e bucherellare in superficie.
Spennellare con il tuorlo sbattuto con 1 cucchiaio di latte *(io ho spennellato con olio extravergine d’oliva) e infornare la pizza di scarole
La cottura ultima avviene in forno già caldo a 190 gradi circa per 50 minuti circa, o fino a doratura.